Akismet – WordPress Plugin per bloccare lo spam

Su WordPress il numero dei plugin veramente indispensabili si può contare sulla punta delle dita di una mano. E Akismet figura sicuramente al primo posto. E' considerato talmente importante da essere incluso di default nell'installazione di WordPress.
Cosa fa Akismet? E' un plugin che ha il compito di analizzare i commenti per bloccare lo spam.

Questo perché, una delle caratteristiche più interessanti di WordPress, cioé quella di inserire dei commenti agli articoli, viene spesso utilizzata dagli spammer. Questi signori pubblicano sotto forma di commenti i link ai loro siti, in modo da migliorare il loro posizionamento sui motori di ricerca. Se non si prendono precauzioni, e si lascia la possibilità di pubblicare commenti senza bisogno di approvazione, ci si può facilmente trovare con centinaia di commenti che sono solo link ad altri siti.

Risulta quindi molto importante pubblicare i commenti solo dopo approvazione.

A questo punto c'è bisogno di un filtro che separi i commenti "buoni" da quelli che contengono spam. E per questo ci viene incontro il plugin Akismet.

Il funzionamento è molto semplice, una volta attivato, il plugin analizza i commenti, collegandosi ad un database centralizzato, per verificare se il commento inserito è conosciuto come spam. In caso affermativo lo sposta dalla cartella "In sospeso" in una cartella chiamata "Spam".
In questa cartella il commento rimarrà per 15 giorni, in attesa di essere controllato ed eventualmente indicato come buono (sono comunque possibili degli errori), dopodiché sarà automaticamente cancellato.

Attivazione

Essendo il plugin già incluso dentro WordPress, non deve essere installato, deve essere solo attivato. Per attivarlo è necessario andare nel pannello di amministrazione, alla voce Plugin->Configurazione Akismet e inserire una APi key.
Dove si prende la API key? abbiamo due possibilità:

  1. Prenderla su akismet.com
  2. Prenderla da wordpress.com

Nel caso volessimo prendere la API Key su akismet.com, abbiamo la possibilità di scegliere varie licenze. Si va da quella gratuita, indicata per i blog personali e siti di hobby a quelle enterprise da centinaia di dollari al mese.

Se abbiamo già un sito su wordpress.com, la API Key la possediamo già. Ci è stata mandata vi email quando ci siamo registrati.

Una volta presa la chiave, è sufficiente inserirla nell'apposito campo, per attivare il plugin. A questo punto, una volta verificata la raggiungibilità dei server remoti, il sistema incomincerà a filtrare i commenti che contengono spam.

Due ultime considerazioni

  1. Possiamo utilizzare la API key per più siti. Non è necessario richiederne una per ogni sito che abbiamo (è previsto dalla licenza).
  2. Nel caso il nostro sito generi entrate superiori ai 500$ al mese, è richiesto l'acquisto di una licenza "personal" al costo di 5$ al mese.

Ritengo doveroso seguire questa seconda indicazione, l'aggiornamento continuo del plugin e del database per riconoscere lo spam richiede un grosso lavoro da parte degli sviluppatori. Se il nostro sito guadagna molto, è importante dare un piccolo contributo per il mantenimento di un plugin che ci fa risparmiare molto tempo.

Se questo articolo ti è piaciuto, o ti è stato utile lascia un commento. Purché non sia di spam đŸ˜‰

Tags: , , ,

About the Author

Post a Reply

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top