Solaris – ripristino di un sistema con Soltice Disk Suite – parte 1

Dopo il post introduttivo “Solaris – Solstice Disk Suite” e il post “Solaris – mirror dischi con Solstice Disk Suite”, concludiamo questa piccola trilogia dedicata al Prodotto SUN Solstice Disk Suite. Data lunghezza della procedura, il post sarà diviso in due parti.

Abbiamo installato Solstice Disk Suite (da adesso SDS), abbiamo messo in mirror i dischi, e finalmente ci sentiamo (ingiustificatamente) al sicuro. Purtroppo accade l’impensabile e ci ritroviamo con il sistema operativo distrutto. Come sia accaduto, per il guasto di entrambi i dischi, per una corruzione del filesystem o per una cancellazione accidentale, non ha importanza. L’importante è poter ripristinare tutto dall’ultimo backup.
Come si fa? La procedura è molto simile a quanto detto nel post “ripristino di un sistema da un dump”, con l’unica difficoltà in più che dobbiamo fare i conti con SDS: per fare il mirror abbiamo creato una entità logica chiamata metadevice, che adesso, facendo il boot da CD non esiste più. Nel backup effettuato, invece, i filesystem non risiedono nelle partizioni fisiche del disco, ma su questi metadevice.

Dovremo quindi procedere per passi successivi, per ricostruire l’intera struttura, un pezzo per volta. Incominciamo col boot da CD in single user mode:

Dobbiamo quindi ripartizionare il disco, o i dischi, nella stessa maniera in cui erano partizionati precedentemente. E' importante avere salavata da qualche parte l'intera mappa delle partizioni:

A questo punto, una volta create le partizioni, creiamo i filesystem del sistema operativo. Qundii il  di / e eventualmente, se separati, di /usr e /var. Ache se si trattava di un mirror, creiamoli su un disco solo. Es.:

Effettuiamo il mount del filesystem di / sulla directory /a del cdrom e restoriamo il filesystem da nastro.

Creiamo il boot record in modo da rendere avviabile quanto restorato.

Se i file system /usr e /var sono separati da quello di /, mount di questi su quello principale e restore di questi. Attenzione, ci riferiamo solo ai filesystem del sistema operativo vero e proprio, gli altri, potendo risiedere su metadevice più complessi, li dovremo prendere in considerazione dopo. Es.:

A questo punto dobbiamo modificare alcune configurazioni del sistema operativo. La vecchia configurazione precedeva di utilizzare i metadevice, adesso, almeno la prima volta, dobbiamo farlo ripartire dal disco fisico. Quindi settiamo il terminale come sun-cmd. Es.:

e modifichiamo il file /etc/system, commentando con un asterisco la riga rootdev… Es.:

Modifichiamo /etc/vfstab, copiando e commentando le righe dei filesystem / /usr /var swap; modifichiamo le righe non commentate in modo da utilizzare le slice fisiche invece dei metadevice. Es.:

Abbiamo finito la prima parte, possiamo riavviare il sistema facendolo caricare da hard disk, sempre in single user mode:

 

Continua nella seconda parte

Tags: , , , , ,

About the Author

Post a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top